Cossano Belbo

Museo enologico Toso di Cossano Belbo

Si chiude in questi giorni il secondo anno di attività del museo enologico Toso di Cossano Belbo. Inaugurata nell’ottobre 2011, la struttura accoglie anche una fornitissima “enobottega” aperta tutto l’anno. «Dobbiamo dividere l’annata sostanzialmente in due fasi», precisa Elena Patrone, enotecnico di Cortemilia che dall’apertura della struttura si occupa della sua gestione. «Dalla tarda primavera fino all’autunno inoltrato abbiamo una forte presenza turistica, italiana ed estera. Nei mesi invernali, invece, le presenze sono legate soprattutto ai clienti della Toso, alla gente della zona e, in particolare, ai conferenti che vengono a rifornirsi dei vini prodotti proprio con le loro uve, una sorta di autogratificazione per la qualità conseguita anche grazie al loro lavoro».

Francesco Bussi di Cossano Belbo è Cavaliere della Repubblica

Francesco Bussi di Cossano Belbo è stato nominato Cavaliere della Repubblica. La cerimonia di consegna dell’onorificenza rilasciata dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, si è svolta in Prefettura a Cuneo, alla presenza di numerose autorità civili e militari. Francesco Bussi, classe 1933, dopo aver lavorato dieci anni come cantoniere comunale, si è dedicato all’azienda agricola di famiglia. Importante la sua attività nel volontariato: fondatore del gruppo dei donatori di sangue Fidas, ne è stato il presidente per 18 anni.

 

Per la cantina Toso di Cossano Belbo una vendemmia dai ritmi lenti e qualità buona

“Abbiamo iniziato il 10 settembre scorso a ritirare quasi in parallelo le uve Moscato e Brachetto. La partenza è avvenuta un po’ in ritardo rispetto agli ultimi anni, una decina di giorni o poco di più e questo rispecchia l’andamento generale un po’ di tutta l’Italia.” Chi parla è Massimo Toso, contitolare dell’azienda e responsabile tecnico dei processi produttivi. “Abbiamo incominciato dai territori come l’Acquese, storicamente più caldi per i flussi d’aria provenienti dalla piana di Alessandria. Seguiranno i vigneti di Canelli, Calamandrana e Santo Stefano Belbo, mentre per le alte valli, Bormida e Belbo, ci vorrà ancora qualche giorno di attesa.”

Mostra fotografica a Cossano Belbo

Sabato 28 e domenica 29 Settembre la sala consigliare del municipio di Cossano Belbo ospiterà una mostra fotografica di Renzo Balbo. L’esposizione, dal titolo Il Belbo e il mondo, raccoglie settant’anni di fotografie in bianco e nero dei paesaggi più incantevoli di Langa. Ci saranno anche memorie di alcuni viaggi in Europa e in America, tutti scatti accomunati da una precisione quasi maniacale e dalla conoscenza dei trucchi fotografici propri di un professionista. La mostra, curata dalla “Bollati” di Torino, si potrà visitare il sabato, dalle 16 alle 19, e la domenica, dalle 10 alle 18. L’inaugurazione sabato 28 settembre, alle 17, con un aperitivo a base di prodotti tipici cossanesi.

Cossano Belbo ritroverà la sua scala santa

Cossano Belbo sta tornando alla normalità dopo le piogge torrenziali di fine agosto che avevano provocato ingenti danni nelle campagne di Santa Libera, San Bovo, San Martino, San Pietro e Rovere. L’acqua si era portata via anche la pontina nel rio Chiappea, passaggio obbligato del percorso della “scala santa”, ripristinata due anni fa con il lavoro di un nutrito gruppo di volontari.