A dicembre ospiti a Castagnole da tutti i paesi gemellati

Delegazione di Castagnole Lanze a Zbroslawice, in Polonia, nei giorni scorsi, per partecipare ad un incontro nell’ambito del gemellaggio, che √® stato anche occasione per festeggiare i 15 anni di amicizia tra le due comunit√† d’Europa. A Zbroslawice erano presenti anche gli altri paesi gemellati di Brackeheim (Germania), Charnay les Macon (Francia) e Tarnalelezs (Ungheria); e tra i presenti, a rappresentare Castagnole, l’assessore alle Politiche europee e gemellaggio Mariagrazia Rosso, Flavio Negro, vicepresidente dell’associazione gemellaggio, Antonella Campo, Franca Vidotto e Felice Bonardi, fondatore del gemellaggio.

Sono frequenti i contatti dei castagnolesi con i “gemelli”, con legami di amicizia ormai consolidati tra le famiglie delle diverse comunit√†. Oltre ai quattro centri europei, Castagnole Lanze √® unita in gemellaggio anche con Valledolmo, Comune della Sicilia di cui sono originari molti castagnolesi. Nello scorso mese di luglio si erano festeggiati a Tarnalelezs i dieci anni  di gemellaggio; e per il mese di ottobre √® gi√† in programma una trasferta in terra di Francia. E un importante appuntamento √® in calendario per il mese di dicembre, quando saranno presenti a Castagnole Lanze delegazioni da tutti i paesi gemellati.

«Nei primi giorni di dicembre sono attesi a Castagnole 200 invitati dai paesi gemellati per giornate ricche di eventi, confronti, riflessioni e testimonianze sul tema dell’immigrazione e integrazione - spiega il sindaco Carlo Mancuso - Un importante appuntamento che si svolger√† nell’ambito del bando europeo “Europe for Citizens” a cui abbiamo partecipato. Non il primo per Castagnole, ma il quinto; e ognuno ha affrontato tematiche diverse». Castagnole in tale iniziativa √® il Comune capofila; nell’appuntamento di dicembre sul tema “Immigration for Integration… tell your story!” sono previsti incontri, convegni e visite guidate. I “gemelli” saranno come tradizione ospiti delle famiglie castagnolesi; punto di riferimento dell’accoglienza saranno il centro sportivo comunale “Ceretto” e il salone parrocchiale di San Bartolomeo.